…il bestemmismo di Cattelan


Ancora una polemica a firma Cattelan.

Comunque la si pensi su questo artista, credo che nella polemica creata per il ritiro del premio Alinovi abbia vinto la partita. Cercava la polemica e un richiamo mediatico? L’ha avuto. Cercava l’anticonformismo? Voleva dar fastidio, voleva una reazione, voleva creare delle risate? Beh è riuscito nello scopo.
Ma Barilli… troppo serioso. La serietà dell'”intellettuale” arroccato, che si trincera dietro la minaccia di damnatio memoriae.. molto scontato direi.

Non si aspettavano all’Accademia un colpo di scena da parte dell’artista padovano? Sicuramente lui aveva già previsto la loro reazione ed ha inviato a raccoglierla I soliti Idioti. Ci vede più lontano dei professori.
http://bologna.repubblica.it/cronaca/201 3/10/25/news/premio_alinovi_cattelan_d_forfait_e_manda_i_soliti_idioti-69412894/

Informazioni su art4arte

mi piace scoprire, studiare, scrivere di arte, sull'arte, per l'arte... Vedi tutti gli articoli di art4arte

6 responses to “…il bestemmismo di Cattelan

  • unaeccezione

    Mi piace una solo scultura di Cattelan … quella che si trova a milano in piazza affari, la trovo pertinente al luogo e, stranamente, neppure provocante.
    Mi è scaduto quando ha fatto Hitler che prega … provocazione o no, su certe cose l’intelligenza impone … il SOLO rispetto.
    Non lo avrei mai premiato.

    • art4arte

      Il mio giudizio su Cattelan oscilla tra positivo e negativo a seconda dell’opera. Non si deve però dimenticare che è un provocatore e che in quanto tale deve un po’ indagare le pruderie della nostra società. Nel fare questo è ovvio e calcolato che sia scomodo e inviso a qualcuno. Non mi piace però demonizzare Cattelan quanto non mi piace osannarlo. La scultura con Hitler è scioccante, è vero. Contesto anch’io all’autore una scelta a dir poco di cattivo gusto. Ha creato però opere e istallazioni interessanti. Se il punctus è provocare, Cattelan è bravo. Ed è stato bravo anche alcuni giorni fa per la premiazione di Bologna.

      • unaeccezione

        E’ spiazzante e spesso, molto spesso, l’arte lo è.
        Sono stata ore a fissare un dipinto di Pollock a milano scioccante e bello alla sua maniera e posso capire un animale da pelliccia seduto ad un tavolo che si suicida, il papa schiacciato da un masso, due poliziotti sottosopra, cavalli attaccati ai muri … privi di testa, bambini impiccati su un albero a milano ma collocare Hitler in ginocchio che prega nel getto di Warsavia penso sia troppo, 6 milioni di troppo, o almeno per me lo è stato e non demonizzo nulla ma a questa stregua si può esporre tutto? anche l’esposizione di uno stupro a Londra come è successo? non so … io preferisco la metafisica di De Chirico e l’impressionismo di Monet …

      • art4arte

        credo che la cosa più importante sarebbe quella di non adulare dei personaggi solo per le provocazioni fatte e credo che l’arte debba decisamente sfuggire dal sensazionalismo. Non penso che tutto sia arte ma penso che un artista può rendere tutto arte. Il fatto sta nell’occhio di chi crea e nell’occhio di chi guarda. Una volta che i media artistici sono sembrati superati l’arte si è “incarognita” se mi passi il termine. Dovremmo riuscire ad avere accesso ad artisti attuali, ce ne sono molti interessanti. Purtroppo le logiche del mercato si applicano anche in questo settore.

  • sweetamber

    Sarà che è successo nel luogo in cui studio da cinque anni, ma mi mette una certa tristezza. Lo trovo piuttosto squallido, ma probabilmente l’istituzione se l’è meritato, visti i recenti accadimenti al suo interno.
    La questione poteva essere liquidata con maggiore eleganza da Barilli, su questo sono d’accordo, anche perché senza dubbio immaginava anch’egli che sarebbe finita in scalpore. E forse questo desiderava, sotto sotto.
    Resta il fatto che Cattelan ha un po’ stancato, con questo voler provocare in maniera quasi obbligata, ma del resto è quello che il suo personaggio gli impone di fare.
    (non l’ho mai amato molto, lo confesso)

    • art4arte

      Ciao. Sono completamente d’accordo con te. Penso anch’io che Barilli se l’aspettasse e rileggendo quel che scriveva di Cattelan in “Prima e dopo il 2000” fa un po’ tristezza la sua reazione. Per quel che riguarda Cattelan, credo che la stanchezza che tu provi nei riguardi delle sue opere sia giustificata dalla stessa stanchezza delle istallazioni e delle “trovate” degli ultimi anni. La provocazione fine a se stessa appena venata di concettualismo serve solo ad alimentare il personaggio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: